Metrica: interrogazione
24 sineresi in Zenobia H  (recitativo) 
Sventurato e non reo, signor, tu sei.
perdea vigor. Stanca, anelante, oppressa
lagrimava e fremea, quando... ah Zopiro,
a quest'anima rea; ma pria vorrei
per un eroe ripieno
Ma una sposa svenar...
                                           Reo non si chiama
le chiedea Radamisto, al mio fedele
contro il rivale, all'imeneo bramato
dimmi, che far dovea? Piansi, m'afflissi,
e in due l'idea ne replicò natura.
l'idea sugli occhi; ancor la nota voce
l'idea che la diletta a sé dipinge;
punir si dee. Né contro lui m'irrita
offrire il reo.
                          Dunque ancor speri?
                                                                  Ad una
rea d'alcun fallo innanzi a voi son io;
non potea far Zopiro
signor, sì reo.
                           Ma di Zenobia il padre
ella il volea seguir; me più non cura;
al felice imeneo?
                                 Signor...
                                                   Tiranna!
ch'ei seco avea. Del tradimento in esso
che fur presenti all'imeneo; te stesso,
Arsinoe io son. Questa vermiglia osserva
da me; ti serbai fede; o l'abbian mosso
diasi a mia voglia almen; d'Arsinoe or sia.

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/metastasio/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8