Metrica: interrogazione
22 sineresi in Antigono P1  (recitativo) 
d'un eroe così grande il sol difetto.
e i lacci d'imeneo formansi in cielo.
e i lacci d'imeneo formansi in cielo.
sembra accusa ad un cor che reo si sente).
io mi perdea senza salvarti.
                                                    Ah dunque
eroe d'Epiro il volontario omaggio
pria morir ch'esser reo. Ma quando a torto
siano i tuoi detti.
                                 Ubbidirò. (Che pena
alfin pensar dovea che tu famosa
senza intenderlo allor. Credea che sempre
tanto inegual, no, non potea...
                                                       Con l'arte
già correano al soccorso. Allor feroci
Berenice ah non più; son reo; perdono.
Chi trasgredisce il cenno è reo di morte. (I custodi osservata la gemma si ritirano)
la sotteranea via che al mar conduce.
più libertà.
                       Senza quest'aureo cerchio
Dunque Demetrio è un reo?
                                                     Demetrio è un figlio.
Non più Clearco; il reo punisci. Io dono
più me non conoscea; moriva un padre,
folla d'idee tutte funeste adombra
l'idea del fallo tuo, gli altri e te stesso,
signor, son reo. Posso morir, non posso

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/metastasio/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8