Metrica: interrogazione
18 sineresi in Il trionfo di Clelia P  (recitativo) 
giammai più rea temerità? Nemico
qui dee venir. Seco ragiona; a lui
Non si può; non si dee. Qui tu sei pegno
idea di libertà, credilo amico,
un eroe generoso; e son tue cure
                                  Come!
                                                 A dispetto
parer la prima rea. Dee chi si sente
imeneo d'un Tarquinio ed il sublime
È un laccio l'imeneo; lo scettro è un peso.
V'è idea fra voi d'umanità, di fede?
chi macchinò tal frode?
                                            È reo d'ingiusta
esser Clelia non dee. Tutto il soggiorno
Roma è la rea; chiara è la prova; e pure
che reo d'infedeltà...
                                       Sì; non comune
il reo, qualunque sia, Roma ti chiede.
                                       Chi di codesti
ostaggi intanto a noi sian resi.
                                                        Il dritto
                                Un sì funesto oggetto

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/metastasio/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8