Metrica: interrogazione
34 sineresi in Ezio H  (recitativo) 
s'udian confusi; e fra i timori e l'ire
coll'idea di tradirlo? Il reo disegno
l'alma ha l'idea di ciò che nuoce o giova,
il reo lo crederà. S'altro succede,
Ezio, il cesareo sangue
nell'illustre imeneo punto non perde;
d'un eroe corrispondo,
un'anima sì rea trovarsi mai?
credea trovarmi e s'ingannò; l'intesi
te reo del gran misfatto, Ezio tradito?
giunge il mio bene. Ah! Che all'idea funesta
Ma se Cesare istesso il reo ti chiama,
reo non sa figurarlo e traditore.
si trovi il reo. Potrebbe
ch'è reo di poca fé, che son gli oltraggi
ma non volle e potea.
                                        Purtroppo è vero.
Volesse il ciel che reo non fosse. Ei viene
meglio il reo parlerà.
                                        No, resta.
                                                            Augusto,
che mi convince reo? Dunque io dovea
Son reo perché conosco
come un reo pertinace
del cesareo volere. Il suo periglio
sian le tue scuse. A lui favella in modo
crederlo reo. D'alma innocente è segno
della clemenza mia se il reo non cede,
Non potea dirti Onoria
Tu sei reo per amor; chi visse amante
che un reo, come tu sei, debba sprezzarli?
no che un reo non avrebbe. Ezio, mi pento
a dirlo si accingea; tutta sui labbri
Finché il reo non si trova,
il reo ti crederò.
                               Perché? Qual fallo?...
Tradimento sì reo pensar potesti?
Romani, il vostro eroe. La gloria antica

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/metastasio/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8