Metrica: interrogazione
20 sineresi in Alessandro nell'Indie Q2  (recitativo) 
abbian virtude alla fortuna eguale.
In India eroe sì grande
partir non dee; questa ch'io cingo accetta (Si toglie dal fianco la spada per darla a Poro)
il tuo bel core all'imeneo promesso.
Allora io non fingea, non fingo adesso. (Parte)
nasceano i frutti, i fiori,
il sicuro agnellin prendea ristoro,
dicean d'essere infide,
le tue richezze, o sian tributo o dono.
Siano accenti cortesi o sian veraci
                               Ella è innocente. Ignota
gli argiraspidi avea. Ma non so dirti
non conosce ragion. La rea ti crede
se il reo si chiede; io meditai gl'inganni;
mi predicean qualche funesto eccesso.
Signor... vado... Attendea... (Confuso)
                                                   Che mai?
                                                                       L'istante
così la colpa tua. Reo che convinto
se reo di questo eccesso
avea perfida l'alma, il cor rubello.

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/metastasio/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8