Metrica: interrogazione
21 sineresi in Temistocle Q  (recitativo) 
Tutto, o Neocle, cambiò. Debbono i saggi
onde oppressi l'Egeo, sa che la vita
nuoce chi un reo ricetta,
un eccesso parea la mia speranza
qui si scoperse al re. Neocle mel disse,
il volea morto.
                            Ed or l'abbraccia, il chiama
fiducia, o Neocle. Or nell'ardire eccedi,
magia s'asconde! Io mi credea felice;
le stragi, onde son reo...
                                             Tutto compensa
tue gravi cure avea Rossane ancora
chi crederlo potea? Nella mia reggia,
a me Neocle ed Aspasia). Alfin che mai
Pronto Neocle il promette.
                                                 Aspasia il giura.
sian de' vostri pensieri
                Aspasia!
                                  Ove siam?
                                                        Quale improvviso
Neocle, perché sì mesto? Onde deriva,
chiedea quel sacrificio.
                                            E del tuo bene (A Lisimaco)
ne sian ministri. Ed all'offrir di questa
d'un eroe qual tu sei terra felice?
la dea di Cipro a immaginar, compose
formar l'idea nelle mie carte. I fasti

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/metastasio/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8