Metrica: interrogazione
24 incipit per la struttura bistrofica isometrica isonumerica in Temistocle H 
   Al furor d'avversa sorte
   Basta dir ch'io sono amante
   Chi mai d'iniqua stella
   Io partirò; ma, tanto
   Contrasto assai più degno
   È spezie di tormento
   Sceglier fra mille un core,
   Tal per altrui diletto
   Ah d'ascoltar già parmi
   Quando parto e non rispondo,
   Ammiro quel volto,
   Oh dei, che dolce incanto
   A dispetto d'un tenero affetto
   Serberò fra' ceppi ancora
   Di' che a sua voglia eleggere
   L'ire tue sopporto in pace,
   Ora a' danni d'un ingrato
   Ah frenate il pianto imbelle;
   Di quella fronte un raggio,
   Ah si resti... Onor mi sgrida.
   È dolce vendetta
   Non tremar, vassallo indegno;
   Aspri rimorsi atroci,
   Quando un'emula l'invita,

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/metastasio/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8