Antigono, Torino, Reale, 1757

 ANTIGONO
 
 
 ARGOMENTO
 
    Antigono Gonata, re di Macedonia, invaghito di Berenice, principessa d’Egitto, la bramò, l’ottenne in isposa e destinò il giorno a celebrar le sospirate nozze con lei. Quindi il principio di tanti suoi domestici e stranieri disastri. Una violenta passione sorprese scambievolmente ed il principe Demetrio suo figliuolo e Berenice. Se ne avvide l’accorto re quasi prima che gl’inesperti amanti se ne avvedessero; e fra i suoi trasporti gelosi funestò la reggia con l’esilio d’un principe ch’era stato sino a quel punto e la sua tenerezza e la speranza del regno. Intanto Alessandro re d’Epiro non potendo soffrire che altri ottenesse in moglie Berenice negata a lui, invase la Macedonia, vinse Antigono in battaglia e lo fe’ prigioniero in Tessalonica. Accorse il discacciato Demetrio a’ perigli del padre; tentò le più disperate vie per salvarlo; ed essendogli finalmente riuscito di rendergli il regno e la libertà, volle tornare in esilio. Ma intenerito Antigono a tante prove di ubbidienza, di rispetto e d’amore, non solo l’abbracciò e lo ritenne ma gli cedé volontario il combattuto possesso di Berenice.
    Il fondamento istorico è di Trogo Pompeo. Ma la maggior parte si finge.
 
 
 INTERLOCUTORI
 
 ANTIGONO re di Macedonia
 BERENICE principessa d’Egitto promessa sposa d’Antigono
 ISMENE figliuola d’Antigono, amante d’Alessandro
 ALESSANDRO re d’Epiro, amante di Berenice
 DEMETRIO figliuolo d’Antigono, amante di Berenice
 CLEARCO capitano d’Alessandro ed amico di Demetrio
 
    L’azione si rappresenta in Tessalonica, città marittima di Macedonia.