Metrica: interrogazione
12 decasillabi in Catone in Utica Q 
   Nell'ardire che il seno ti accende
così bello lo sdegno si rende
che in un punto mi desti nel petto
meraviglia, rispetto e pietà.
   Tu m'insegni con quanta costanza
si contrasti alla sorte inumana,
e che sono ad un'alma romana
nomi ignoti timore e viltà. (Parte)
   Combattuta da tante vicende
si confonde quest'alma nel sen.
   Il mio bene mi sprezza e m'accende;
tu m'involi e mi rendi il mio ben. (Parte)

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/progettometastasio.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8