Metrica: interrogazione
16 decasillabi in Ezio P1 
   Se fedele mi brama il regnante,
non offenda quest'anima amante
nella parte più viva del cor.
   Non si lagni se in tanta sventura
un vassallo non serba misura,
se il rispetto diventa furor.
   A quel pianto che versi dolente
un affetto quest'anima sente,
una pena che mai non provò.
   Benché altrove mi chiami il destino,
m'incamino e poi torno a mirarti;
muovo il passo e lasciarti non so.
   Della vita nel dubbio camino
si smarrisce l'umano pensier.
   L'innocenza è quel raggio divino
che rischiara fra l'ombre il sentier.

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/progettometastasio.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8