Metrica: interrogazione
18 senari in Attilio Regolo P 
   Non perdo la calma
fra' ceppi o gli allori;
non va sino all'alma
la mia servitù.
   Combatte i rigori
di sorte incostante
in vario sembiante
l'istessa virtù. (Parte seguito da Publio, Licinio e popolo)
   Da voi cari lumi
dipende il mio stato;
voi siete i miei numi,
voi siete il mio fato;
mi sento cangiar.
   Ardir m'inspirate
se lieti splendete;
mi fate tremar. (Parte)

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/progettometastasio.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8