Metrica: interrogazione
30 senari in Artaserse R 
   Mi scacci sdegnato,
mi sgridi severo;
pietoso, placato
vederti non spero,
se in questi momenti
non senti pietà.
   Che ingiusto rigore!
Che fiero consiglio!
Scordarsi l'amore
d'un misero figlio,
d'un figlio infelice
che colpa non ha. (Parte colle guardie)
   Ardito ti renda,
t'accenda di sdegno
d'un figlio il periglio,
d'un regno l'amor.
   È dolce ad un'alma
che aspetta vendetta
il perder la calma
fra l'ire del cor. (Parte)
   Mi credi spietata?
Mi chiami crudele?
Non tanto furore,
non tante querele,
che basta il dolore
per farmi morir.
   Quell'odio, quell'ira
d'un'alma sdegnata,
ingrata Semira,
non posso soffrir. (Parte)

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/progettometastasio.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8