Metrica: interrogazione
28 senari in Adriano in Siria B 
   È vero che oppresso
la sorte mi tiene;
ma reo di mie pene
   Io formo a me stesso
l'affanno che provo.
Sul soglio nol trovo,
lo porto con me. (Parte)
   Ah ingrato, m'inganni (S’alza)
nel darmi speranza;
mi torni a tradir.
   La fiamma novella
scordarti non sai.
T'aggiri, sospiri,
ti senti morir. (Parte)
   È ingrato, lo veggio;
ma siede nel soglio.
Non deggio, non voglio
   Tradì l'amor mio;
non cura il mio affanno;
mi posso lagnar. (S’incammina Sabina per discendere alle navi)

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/progettometastasio.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8