Metrica: interrogazione
68 tronchi in Siroe B  (pezzi chiusi) 
che padre a te sarò.
nascente opprimerò. (Parte)
facile ad ingannar.
gran colpa nell'amar. (Parte)
se mostra il ciglio amor,
il labbro è mentitor,
scordati pur di me
e sia la tua mercé
sua colpa non è.
diventa per me. (Parte)
del vostro cor.
fede in amor. (Parte)
farmi di più non può.
l'amico e il genitor.
che più sperar non so.
questo diventa error. (Parte)
la tua bella fedeltà.
altra scorta un re non ha. (Parte)
che germogliar gli fa.
di sdegno e di pietà. (Parte)
di che sperar non ha
e pur temendo va,
   Senza saper perché,
n'andò così da me
già comincia a scintillar.
i perigli a rammentar.
non lo sperar da me.
di sospirar per te? (Parte)
(Che pena è tacer!)
ma impara a temer. (Parte con guardie)
tutto il timor;
dubbioso il cor;
ch'io son fedel.
sdegnato il ciel. (Parte)
saprò vivere o morir.
può dar pace al tuo martir. (Parte)
quest'alma perdé.
né padre né re. (Parte)
quando langue il tuo valor.
chi punisce il traditor. (Parte)
tu desti il mio furor,
tu solo, o traditor,
risolvermi non so.
l'arbitro del mio cor.
La morte attenderò;
Eccomi tutto amor. (Parte)
mi fai perir.
che fai soffrir. (Parte)
che l'affetto d'un pastor.
e l'inganno ed il timor.
per serbarti fedeltà.
e delitto è la pietà. (Parte)
dal cacciator.
cieco furor. (Parte)
m'ingombra di terror.
a un innocente cor. (Parte)
la corona non perde splendor.
ma felice si chiama valor. (Parte)
v'ingannerò.
finch'io vivrò. (Parte)
più non desio da te.
volgi di nuovo il piè. (Parte con le guardie)
più l'onde non ha.
più chiaro si fa. (Parte)
di sdegno e di timor
il placido pensier
dal grembo del dolor,
oggetto di piacer

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/progettometastasio.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8