Metrica: interrogazione
62 tronchi in Nitteti R  (pezzi chiusi) 
di soccorso, di pietà.
m'abbandona l'amistà. (Parte)
di servo fedel,
sol brama dal ciel. (Parte)
non può negar pietà.
chi compatir non sa. (Parte)
è virtù di tua beltà.
dalla sua felicità. (Parte)
d'innocenza e di candor.
dall'accuse d'un rossor. (Parte)
gli affanni che provò.
è l'astro che spuntò.
gli affanni che provò.
che fino ad or celò.
gli affanni che provò.
gli affanni che provò.
padre t'adoro e re.
che può sperar da te. (Parte accompagnata da Sammete, Bubaste e porzione del seguito reale)
le secondò finor.
ei che mi vede il cor. (Parte)
veggo espresso il tuo bel cor.
né tremar mi sento il cor.
Tutta in pegno hai la mia fé.
se il destin t'invola a me.
ricordatevi qual è. (Partono da diversi lati)
né a torto in questo dì
tu palpiti così,
per sempre il caro ben
che di sua mano in sen
né a torto in questo dì
tu palpiti così,
sul cammin della virtù.
vergognosa servitù. (Parte)
diventò necessità.
non serbarti fedeltà. (Parte con Bubaste e guardie)
chi mi trafigge il cor.
degenera in furor. (Parte)
chieder mercé?
pietà da te. (Parte)
come si può tacer.
i moti del pensier. (Parte)
Eccede il tuo rigor.
mi si divide il cor!
sai la cagion qual è.
pria genitor che re.
chi mai si vide ancor?) (Partono da diverse parti)
pietoso padre in me,
d'un giudice e d'un re
d'Amasi la pietà.
Amasi non avrà
parla d'entrambi al cor;
dal figlio il genitor
la tua cara servitù.
un trofeo della virtù. (Parte)
mi basta così.
sia l'ultimo dì. (Parte)
né speme né timor.
divennero al mio cor. (Parte con Bubaste)
nell'amor, nella pietà.
è crudel fatalità. (Parte)
preveder dall'alba il dì.
questo giorno partorì?

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/progettometastasio.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8