Metrica: interrogazione
29 senari in Ezio P1 
   Vi fida lo sposo,
vi fida il regnante,
dubbioso ed amante
la vita e l'amor.
   Tu amico prepara
soccorso ed aita.
Tu serbami, o cara,
gli affetti del cor. (Parte con Varo)
   Quel fingere affetto,
allor che non s'ama,
per molti è diletto
ma pena la chiama
quest'alma non usa
a fingere amor.
   Mi scopre, m'accusa
se parla, se tace
il labro seguace
dei moti del cor.
   Per tutto il timore
perigli m'addita.
Si perda la vita,
finisca il martire;
è meglio morire
che viver così.
   La vita mi spiace,
se il fato nemico
la speme, la pace,
l'amante, l'amico
mi toglie in un dì.

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/progettometastasio.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8