Metrica: interrogazione
26 incipit dei  pezzi solistici d'uscita in Didone abbandonata P2 
   Son regina e sono amante
   Tu mi scorgi al gran disegno
   Tra lo splendor del trono
   Se dalle stelle tu non sei guida
   Quando saprai chi sono
   Ogni amator suppone
   Infelice e sventurato
   Son quel fiume che gonfio d'umori
   Non ha ragione ingrato
   Se resto sul lido,
   Leon, ch'errando vada
   L'augelletto in lacci stretto
   Se vuoi ch'io mora
   Vedi nel mio perdono
   Son quest'idoli vani
   Tacerò, se tu lo brami,
   Non cede all'austro irato
   Veggio la sponda,
   Chiamami pur così.
   Va lusingando amore
   Vivi superbo e regna.
   Agitata è l'alma mia
   Ardi per me fedele,
   Vorrei disciogliere
   Già si desta la tempesta,
   Cadrà fra poco in cenere

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/progettometastasio.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8