Metrica: interrogazione
64 tronchi in Antigono R  (pezzi chiusi) 
chi dispone a suo piacer.
vanta spesso il prigionier. (Parte)
ma figlio fedel.
la sorte crudel. (Parte)
rispetto alla beltà.
per dimandar pietà? (Parte)
ah nasconditi nel sen.
obbligarti io voglio almen. (Parte)
l'impero di quel cor.
se il vinto o il vincitor. (Parte)
altra sorte di pietà.
che professa infedeltà. (Parte)
ma non scordarti il re.
lungo il cammin non è. (Parte)
sentirsi, oh dio, morir
e non poter mai dir:
v'è un'ombra di piacer;
ma struggersi e tacer
amato genitor.
le sentirei nel cor. (Parte)
ma non sempre è crudeltà.
il ritegno alla beltà. (Parte)
la pace del mio cor.
se mai provasti amor. (Parte)
non dimandar perché.
né men cercar fra sé. (Parte)
le sue lagrime il piacer.
questo tenero dover. (Parte)
d'un astro all'apparir,
mai non si vide uscir
tutto l'orror mancò;
e a vincerlo bastò
lasciami dubitar.
sì tardi a disperar. (Parte)
l'altro non sciogli ancor?
d'un infelice ardor? (Parte)
hai fulmini per me,
che oppressa ancor non è
posso la fronte alzar
e intrepido mirar
la tua legge ho già nel cor.
non parlar mai più d'amor.
Ah non nacqui, oh dio, per te!
no, possibile non è. (Partono)
l'istesso ognor sarò.
quando mi lusingò. (Entra Antigono nella prigione che subito vien chiusa da’ custodi)
non ne resta un sol per te.
chi pietà non ha di me. (Parte)
offre scoperto il sen.
o gli sospende almen. (Parte)
quando costa una viltà.
nella vita che ti dà. (Parte con Clearco)
   Senza rimorsi allor
sarà quest'alma ognor,
voglio anch'io passar con te.
affanni del mio cor?
l'eccesso del dolor. (Parte)
e innocente il cor sarà!
a sì bella fedeltà?
Oh pietosa crudeltà!
nella mia felicità.
nella mia felicità.
in questo dì per te,
sempre col padre il re.

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/progettometastasio.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8